Archivi tag: walk

About #London #bridge… the #Shard and #Borough #Market

Da quando ho iniziato a scrivere il mio blog, la mia voglia di conoscere, scoprire e fotografare mi sta spingendo ad eplorare Londra ancor più di quanto già non facessi! ^_^ Così mi è capitato di trovarmi in posti dell’ eastbound londinese mai visti in precedenza, nonostante sia stata di casa a Bromley-by-bow durante il mio primo semestre qui. Difatti durante l’estate passata nell’ east London, i miei itinerari prediletti erano stati quelli lungo il Regent’s Canal attraverso il Victoria Park, London Fields, Broadway Market e tanto altro… ma di questo vi parlero in futuro.

Ieri, invece, nonostante condizioni metereologiche non proprio ottimali siamo andati in esplorazione nei dintorni del London Bridge, zona che “nasconde” delle vere chicce come The Shard ed il Borough Market. Partenza: casa, NW3; destinazione: London Brigge, SW1.

Le emozioni che ti regala Londra, in un itinerario (a piedi!) così esteso nel cuore della città sono del tutto uniche. Poichè si ha la sensazione di muoversi attraverso città differenti… ogni quartiere ha una propria identità che si esprime nell’ architettura, nella gente che lo popola e nell’ atmosfera che si respira. Da un village come West Hampstead, zona residenziale e di piccoli shop, passando per una zona superpopolata come Kilburn, e poi Paddington, la City ed i business men, Oxford Street con le sue mille vetrine e gli immancabili turisti, Covent Garden, e rotolando verso sud, Embankment per poi attraversare il Tamigi sul Waterloo bridge… piattaforma ideale per una vista del Big Ben, London Eye e Westminster.

Sulla riva sud del Tamigi ci siamo incamminati lungo il South Bank, costeggiando il National Theatre, la Tate Modern, il Globe Theatre, sino alla City Hall, passando per la zona del London Bridge. Zona che, come già anticipato, ospita il Borough Market. Una meta imperdibile per gli appassionati di Vintage e cibo… proprio come noi!!! ^_^ Nonchè molto amato dai Londoners vista la cultura dello street food che impera da queste parti.

Vintage, in quanto più antico mercato gastronomico di Londra e poichè oggetto di attenta ed accurata conservazione, cosi da preservarne quell’ atmosfera d’ altri tempi, che ricorda quelle scene viste in qualche vecchio film. E per buongustai, visto che tra i tanti banchi del mercato è possibile trovare specialità di ogni provenienza e di ogni varietà, dal dolce al salato, ce n’è davvero per tutti i gusti. Il Borough Market val proprio la pena di essere visitato, vissuto, un mix di odori, colori e sapori davvero unico nel cuore di Londra.

In prossimità di quest’ oasi di passato, si erge un monumento della modernità… The Shard. Il grattacielo progettato da Renzo Piano è, per dirla all’ inglese, “Impressive!”. Con la sua struttura in vetro, muta il proprio volto al cambiare del punto di vista dell’ osservatore, rapendoti.

Da li, attraverso i vicoletti suggestivi del Southwark, siamo arrivati alla City Hall dove dalla piazza antistante è possibile osservare un panorama mozafiato. Il Tower Bridge, la Tower of London, circondati dalla City e dai grattacieli che continuano a spuntare come funghi. Tanta modernità che tuttavia non disturba la visuale, ma anzi crea quella skyline che rende Londra una città unica e suggestiva.

Annunci

#Walk from #Waterloo to #Oxford #street

Che fantastica giornata! Sarà che oggi ero particolarmente gasata, sarà che a Londra splendeva il sole, sarà sarà… ma oggi la mia passeggiata mi ha regalato tante emozioni, posti nuovi e posti noti, ma che visti con occhi diversi sanno sempre di scoperta. Ero così euforica che non riuscivo a smettere di scattare, tanto da perdere il conto delle foto fatte. Magari fosse sempre così!

Come vi ho detto nel mio precedente articolo “Hello World!”, adoro perdermi nella città e quando mi capita di scoprire qualcosa di nuovo è emozionante…

Itinerario di oggi: da Waterloo fino al Leake street tunnel (conosciuto anche come Banksy Tunnel).

Itinerario 20.01.2014

Una strada di circa 300 metri, nel distretto di Lambeth, interamente dedicata agli street artists che sono liberi di crearvi graffiti. Inaugurata nel maggio del 2008 da Banksy nella settimana “Cans Festival”. Vedere un luogo così pieno d’ arte, di creatività, è stato elettrizzante! Anche se di nicchia, i graffiti sono pur sempre un modo di esprimersi, di raccontare, una forma d’ arte.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lasciato il Banksy Tunnel, mi sono diretta verso il London Eye. Una di quelle immagini consuete di Londra, meta prediletta dai turisti di ogni dove… quante volte ci sarò passata, ma oggi è stato come vederlo per la prima volta. Angolazioni differenti, diverse prospettive, e nuove emozioni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Da lì sono arrivata a Trafalgar Square passando per Chinatown, che avevo visto quasi sempre di sera. Per poi perdermi tra variopinta Soho e le mille vetrine di Carnaby street.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il sole colora Londra di mille sfumature, tagli di luce, dandole tutta un’ altra dimensione rispetto al grigio monotono. Così la City si rivela nella sua grande ricchezza…

.